0522.951567             studio@tomaoris.eu
 0522.951567             studio@tomaoris.eu
Chiamaci Subito
DOVE SIAMO

Via Olimpia, 1, Bagnolo In Piano,
Reggio Emilia, Italy

Orari di apertura
Lun - Ven08:00 - 19:00
Sabato09:00 - 13:00
Chiamaci Subito
DOVE SIAMO

Via Olimpia, 1, Bagnolo In Piano,
Reggio Emilia, Italy

Orari di apertura
Lun - Ven08:00 - 19:00
Sabato09:00 - 13:00

Implantologia

Non sempre è possibile posizionare subito l’impianto: nei casi in cui il dente mancante o estratto abbia causato un grande riassorbimento dell’osso, si eseguiranno tecniche chirurgiche avanzate come l’innesto di osso o il rialzo del seno mascellare, e solo in un secondo momento si potrà passare all’implantologia.
Il futuro…
È ancora in fase di ricerca il possibile utilizzo di cellule staminali del paziente per la rigenerazione dei denti, ma i ricercatori sono ottimisti.


Implantogia osteointegrata

L’implantogia osteointegrata è una metodica che permette di sostituire uno o più denti mancanti o persi a causa di traumi o parodontite non trattata, tramite l’inserimento di radici artificiali in titanio, materiale altamente biocompatibile, che vengono chiamati impianti dentali endossei.
Ha come obiettivo il ripristino di estetica e funzione (fonetica e masticazione), mediante un protocollo ben preciso che ha consentito il successo dell’implantologia in tutto il mondo, con una percentuale di successo maggiore del 95%.

Implantologia a carico immediato

L’implantologia a carico immediato consente di avere, nella stessa giornata, impianto e dente provvisorio. Questa tecnica viene utilizzata soprattutto per la sostituzione di elementi nella zona estetica.

L’implantologia dentale è l’insieme delle tecniche chirurgiche che hanno lo scopo di riabilitare la funzione masticatoria di un paziente, utilizzando gli impianti dentali, ossia dei pilastri artificiali che, una volta integrati nell’osso, potranno supportare uno o più denti artificiali.

L’implantologia ha come obiettivo quello di offrire al paziente un’alternativa a soluzioni più diffuse, quali le protesi mobili, conosciute anche come dentiere o protesi scheletrate.
Grazie all’implantologia dentale, oggi è possibile realizzare protesi fisse molto simili ai denti naturali, sia dal punto di vista della funzionalità che dal punto di vista estetico. L’implantologia dentale si suddivide in iuxtaossea ed osteointegrata.
L’implantologia iuxtaossea, che veniva utilizzata soprattutto in passato, è una tecnica che si basa sul posizionamento di una griglia tra l’osso mascellare ed il periostio, che ne costituisce il rivestimento. Veniva eseguita quando il paziente non aveva tessuto osseo sufficiente nella mandibola oppure nella mascella, per supportare la protesi che sostituisce i denti mancanti.

Implantologia

Non sempre è possibile posizionare subito l’impianto: nei casi in cui il dente mancante o estratto abbia causato un grande riassorbimento dell’osso, si eseguiranno tecniche chirurgiche avanzate come l’innesto di osso o il rialzo del seno mascellare, e solo in un secondo momento si potrà passare all’implantologia.
Il futuro…
È ancora in fase di ricerca il possibile utilizzo di cellule staminali del paziente per la rigenerazione dei denti, ma i ricercatori sono ottimisti.


Implantogia osteointegrata

L’implantogia osteointegrata è una metodica che permette di sostituire uno o più denti mancanti o persi a causa di traumi o parodontite non trattata, tramite l’inserimento di radici artificiali in titanio, materiale altamente biocompatibile, che vengono chiamati impianti dentali endossei.
Ha come obiettivo il ripristino di estetica e funzione (fonetica e masticazione), mediante un protocollo ben preciso che ha consentito il successo dell’implantologia in tutto il mondo, con una percentuale di successo maggiore del 95%.

Implantologia a carico immediato

L’implantologia a carico immediato consente di avere, nella stessa giornata, impianto e dente provvisorio. Questa tecnica viene utilizzata soprattutto per la sostituzione di elementi nella zona estetica.

L’implantologia dentale è l’insieme delle tecniche chirurgiche che hanno lo scopo di riabilitare la funzione masticatoria di un paziente, utilizzando gli impianti dentali, ossia dei pilastri artificiali che, una volta integrati nell’osso, potranno supportare uno o più denti artificiali.

L’implantologia ha come obiettivo quello di offrire al paziente un’alternativa a soluzioni più diffuse, quali le protesi mobili, conosciute anche come dentiere o protesi scheletrate.
Grazie all’implantologia dentale, oggi è possibile realizzare protesi fisse molto simili ai denti naturali, sia dal punto di vista della funzionalità che dal punto di vista estetico. L’implantologia dentale si suddivide in iuxtaossea ed osteointegrata.
L’implantologia iuxtaossea, che veniva utilizzata soprattutto in passato, è una tecnica che si basa sul posizionamento di una griglia tra l’osso mascellare ed il periostio, che ne costituisce il rivestimento. Veniva eseguita quando il paziente non aveva tessuto osseo sufficiente nella mandibola oppure nella mascella, per supportare la protesi che sostituisce i denti mancanti.

Prenota il tuo appuntamento ora

Chiamaci al 0522.951567

Prenota Ora

Tondelli e Malaguti Odontoiatria offrono trattamenti di alta professionalità. Compila il seguente modulo e richiedi maggiori informazioni. Ti ricontatteremo al più presto.

0522.951567 studio@tomaoris.eu

Prenota Ora

Tondelli e Malaguti Odontoiatria offrono trattamenti di alta professionalità. Compila il seguente modulo e richiedi maggiori informazioni. Ti ricontatteremo al più presto.

0522.951567 studio@tomaoris.eu

FAQ - DOMANDE PIÙ FREQUENTI

Quali sono i pazienti che possono affrontare l’intervento?

Praticamente tutti i pazienti possono affrontare l’intervento.
Le controindicazioni mediche assolute al posizionamento degli impianti sono molto rare. Il rischio di infezione focale su un impianto osteointegrato è scarso.

Esiste rigetto in implantologia?

Il rigetto non esiste in quanto il materiale utilizzato in implantologia è biocompatibile e quindi non viene riconosciuto come corpo estraneo dal nostro organismo.

Quanto dura l’intervento?

Dipende strettamente dalla complessità dell’intervento: da pochi minuti per un impianto singolo in presenza di un volume osseo sufficiente ad un paio d’ore se si devono posizionare numerosi impianti in una cresta che deve essere ricostruita o nei rialzi di seno mascellare bilaterali quando si posizionano gli impianti su tutta l’arcata edentula atrofica. Solitamente la fase chirurgica dura al massimo due ore.

L’intervento è doloroso?

Assolutamente no, il paziente viene adeguatamente anestetizzato con anestesia locale, eseguendo eventualmente una sedazione cosciente per maggiore tranquillità del paziente.

Gli impianti hanno sempre successo?

In presenza di buone condizioni di salute generale e quantità ossea sufficiente il rischio di un fallimento impiantare è molto basso. L’incidenza di tale fenomeno può aumentare in presenza di fattori di rischio o di scarsa igiene, pertanto è importante sottoporsi ai controlli previsti e adottare uno stile di vita corretto.

Di quali materiali è realizzabile la protesi su impianti?

La protesi su impianti può essere realizzata con gli stessi materiali impiegati per la protesi su denti naturali, quali la ceramica su lega nobile, la ceramica integrale e l’ossido di zirconio.
La scelta del materiale più adatto spetta al clinico, d’accordo con il paziente, in funzione delle esigenze estetiche e funzionali.

Chiama ora
Chatta con Noi!